Ci hè troppu oru in l'universu. È nimu sà da induve vene

Ci hè troppu oru in l'universu. È nimu sà da induve vene

L'oru pare esse un metallu raru è caru, ma ci hè ancu assai più in l'Universu chì osservemu di ciò chì duverebbe esse. È i scientisti ùn sanu micca perchè hè questu.

È quì hè u rughjone: l'oru hè un elementu, chì significa chì ùn pò micca esse fattu da reazzioni chimichi cunvinziunali, ancu s'è l'alchimisti anu pruvatu per seculi. Per creà stu metallu brillanti, hè necessariu unisce 79 protoni è 118 neutroni per furmà un unicu nucleu atomicu. Hè una reazione cumplessa di fusione nucleare chì richiede assai energia. Ma una fusione cusì intensa ùn hè micca abbastanza spessu, almenu micca in u nostru vicinatu, per creà tuttu l'oru chì truvamu in a Terra è in altrò in u sistema sulari.

Un novu studiu hà dimustratu chì u prucessu più cumuni per a produzzione d'oru - colissioni di stelle di neutroni - ùn pò micca spiegà a so abbundanza. Allora da induve vene tuttu stu oru ? Eppo, stu metallu preziosu pò ancu esse creatu in splusioni supernova. Eccettu u novu travagliu hà dimustratu chì ancu questi fenomeni cosmici inusual ùn ponu micca spiegà tuttu l'oru chì vedemu.

In i collisioni di stelle di neutroni, enormi quantità d'energia sò liberate in pocu tempu, chì permettenu vari elementi di luce à unisce in nuclei atomici pesanti, cum'è l'oru, è poi espulsi in u spaziu. In quantu à e supernova cunvinziunali, ùn sò micca rispunsevuli di l'oru in u nostru universu familiare perchè e stelle abbastanza massive per creà stu preziosu metallu prima di morse sò prima assai rari è in segundu diventanu buchi neri quand'elli espludenu, spiega Chiaki Kobayashi, un astrofisicu di l'Università. l'Università di Hertfordshire (Regnu Unitu) è un autore di u novu studiu. Allora quandu una supernova massiccia ordinaria esplode, l'oru entra solu in u pirtusu neru è hè persu per noi per sempre.

Pò interessu:  Cumu sceglie un alimentazione per u vostru urdinatore

È supernovae inusual? Iè, ci sò veramente è sò chjamati magnetovoltaic, è sò "un tipu assai raru di supernova, rotazione assai veloce", disse Kobayashi.

Duranti a trasfurmazioni in una supernova rotativa magneticamente, a stella morente gira cusì veloce è hè esposta à campi magnetichi cusì forti chì, dopu l'esplosione, si gira literalmente in l'esternu. Fendu cusì, spara jet incandescenti di materia in u spaziu. È postu chì una supernova stella chì va genera una grande quantità d'energia, questi jet ponu cuntene, frà altre cose, l'oru di novu sintetizatu. U prublema hè chì e stelle abbastanza massive per sintetizà l'oru sò rari. Stelle chì sintetizzanu l'oru è poi l'expulsanu in u spaziu sò ancu più rari.

Ma ancu e stelle di neutroni, cù supernova rotanti magneticamente, ùn ponu micca spiegà l'abbundanza d'oru in l'universu chì observemu, cum'è Kobayashi è i culleghi anu scupertu. "Ci hè dui punti impurtanti à stu misteru", disse. "U mumentu numeru unu: unisce stelle di neutroni ùn hè micca abbastanza. Momentu numeru dui: Ancu cù una seconda fonte, ùn pudemu micca spiegà a quantità d'oru osservata ".

Sicondu ella, studii precedenti anu cunfirmatu chì i collisioni di stelle di neutroni causanu "chiovi d'oru". Ma sti studii ùn anu micca cunsideratu a rarità di sti scontri. Hè difficiuli di stimà esattamente quantu spessu stelli di neutroni minusculi, chì sò elli stessi resti superdensi di supernovae antiche, scontranu l'una cù l'altri. Ma in ogni casu, tali scontri sò improbabile di accade tuttu u tempu in l'universu: i scientisti anu vistu solu una volta. Kobayashi è i so culleghi anu truvatu chì ancu stimi grossi mostranu chì e stelle di neutroni ùn si scontranu micca abbastanza spessu per pruduce tuttu l'oru truvatu in u sistema solare.

Pò interessu:  Review of the best small povrbanks 2019-2020: Cosa à sceglie, prezzi, opinioni, caratteristiche

"Stu studiu ùn hè micca u primu chì suggerisce chì i collisioni di stelle di neutroni ùn sò micca abbastanza per spiegà l'abbundanza d'oru in l'universu", disse Ian Roederer, un astrofisicu di l'Università di Michigan chì cerca tracce di elementi rari in stelle distanti.

Ma u novu travagliu di Kobayashi è i culleghi, publicatu in U Journal Astrophysicalhà un vantaghju impurtante: hè assai cumpletu, disse Roderer. I circadori anu cullatu una quantità enorme di dati è l'incorporanu in mudelli robusti di l'evoluzione di a galaxia è a produzzione di novi chimichi in galaxie. "U novu travagliu hà referenze à 341 altre publicazioni, circa trè volte quant'è l'articuli tipici di l'Astrophysical Journal in questi ghjorni", disse Roederer. A cullizzioni di tutti questi dati richiede un "sforzu erculeu", dice.

L'oru hà assai usi diffirenti. Per esempiu, hè stata utilizata per copre i gammi di vechji processori.

Utilizendu stu approcciu, l'autori anu sappiutu spiegà a furmazione di l'atomi di luce cum'è u carbonu-12 (sei protoni è sei neutroni) è di quelli pisanti cum'è l'uraniu-238 (92 protoni è 146 neutroni). Sicondu Roederer, questu hè un intervallu impressiunanti, chì include elementi chì sò normalment ignorati in questi studii.

È, per a maiò parte, i calculi anu datu i risultati curretti.

Per esempiu, a colisazione di stelle di neutroni in u mudellu di Kobayashi produce strontium. Questu hè coherente cù a deteczione di strontium in u spaziu dopu una di queste collisioni, chì i scientisti anu osservatu direttamente. Inoltre, supernovae magnetichi rotanti anu spiegatu a prisenza in u spaziu di un altru elementu pisanti raru, l'europium, chì era difficiule di spiegà in u passatu.

Pò interessu:  Una rivista di i migliori ghjochi Android di 2019

Ma l'oru resta un misteru.

Kobayashi crede chì ci hè qualcosa in un locu in u spaziu scunnisciutu à i scientifichi chì produce attivamente l'oru. O forse e collisioni di stelle di neutroni pruducenu più oru di quelli chì i mudelli esistenti suggerenu. In ogni casu, l'astrofisici anu sempre assai travagliu per fà prima di pudè spiegà da induve vene tuttu stu preziosu metallu per a fabricazione di ghjuvelli.